Dolci crostate Inverno Senza categoria

La Sbrisolona

21 Febbraio 2019
La Sbrisolona

Ultimamente preferisco invitare le amiche per il tè del pomeriggio, anziché per una elaborata, impegnativa e dispendiosa cena. La giornata, scandita dal frenetico ed inesorabile correre delle lancette e dai numerosi impegni, non ci permette molte volte di dedicare tutto il pomeriggio ai fornelli, e con un tè, qualche dolcetto preparato in anticipo e stuzzichini salati, tutto si risolve. Ma perché il tè va servito proprio alle cinque? Durante il 18° secolo, le classi medie e la nobiltà cenavano verso le otto di sera, lasciando tra il pranzo servito alle dodici e la ricca e sontuosa cena, un lasso di tempo interminabile. Così a metà pomeriggio, venne naturale prendersi un break a base di tè e qualche stuzzichino. E’ buona regola servire, possibilmente in una teiera di ghisa, almeno tre tipologie di tè in foglie, un tè nero, un tè verde e magari un tè delle feste aromatizzato alla cannella e spezie,  lasciando la possibilità di scelta al vostro ospite in base ai propri gusti personali. Su piccole alzate, piccoli pasticcini, macarons, biscotti e una fragrantissima Sbrisolona, dolce tipico lombardo.

  In collaborazione con Noui.

La Sbrisolona

Porzioni 4 persone
Chef Claudia Bonera

Ingredienti

  • 1,5 gr sale fino
  • 10 gr acqua
  • 80 gr mandorle grezze
  • 160 gr burro
  • 50 gr farina di mais macinata fine
  • 120 gr zucchero semolato
  • 2 gr lievito in polvere
  • 25 gr uova
  • 1 baccello vaniglia
  • 160 gr farina "00"

Istruzioni

  1. Sciogliete il sale nell'acqua.

  2. In planetaria unite tutti gli ingredienti tranne la farina "00". Amalgamate velocemente.

  3. Unite la farina "00" ottenendo un impasto sbriciolato.

  4. Lasciate riposare in frigorifero per una notte. Il giorno seguente passatela al setaccio.

  5. Infornatela a 160° e cuocete per 15-16 minuti.

Potrebbe piacerti anche

Nessun commento

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.