Gnocchi Inverno

Gnocchi di patate e castagne su fonduta al Castelmagno

27 novembre 2013
Tante volte nascono delle amicizie e delle collaborazioni con persone conosciute solo “virtualmente”, ma con le quali si instaura da subito un rapporto unico e particolare. Amiche, che come te, nutrono la tua stessa passione, che hanno il tuo stesso stile nella scrittura, nella fotografia. Amiche che, chissà per quale strana telepatia, pubblicano lo stesso giorno una ricetta simile alla tua, senza essersi minimamente messe d’accordo. Che decidono di far conoscere il tuo blog, pubblicando un post tutto dedicato a te, facendoti sentire unica e speciale. Parlo di Chiara, del blog La Voglia Matta, che proprio oggi mi ha reso immensamente felice raccontando un po’ di me in questo post. Non posso far altro che dirle un immenso g-r-a-z-i-e! E…cosa si prepara oggi? Un piatto che mi sta molto a cuore, che rievoca ricordi lontani e che fa impazzire tutti…gnocchi! Gnocchi non di sole patate, ma arricchiti con  farina di castagne, serviti su una fonduta cremosa e saporita di Castelmagno, guarniti con castagne e zucca croccanti e chips di zucca. Un piatto invernale, caldo, avvolgente, dal sapore pieno e da diverse consistenze. Un altro piatto del “cuore”!
Se questa ricetta vi è piaciuta e volete darmi una mano a realizzare il mio grande sogno di lavorare per un’intera giornata a fianco dello chef Davide Oldani presso il suo ristorante “d’O” potete votarla qui. Un grazie di cuore!
Ingredienti per 4 persone:
  • 1 kg di patate a pasta gialla
  • 160 gr di farina 00
  • 40 gr di farina di castagne
  • 1 tuorlo
  • 1 pezzetto di zucca mantovana
  • 8 castagne lessate e pelate
  • 250 gr di panna da cucina
  • 150 gr di Castelmagno
  • 1 noce di burro
  • sale
 
 
 
Lessate le patate con la buccia, sbucciatele, lasciatele intiepidire e passatele allo schiacciapatate. Unite la farina 00, la farina di castagne, il tuorlo ed un pizzico di sale. Impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo che non attacchi più alle mani e formate un palla. Tagliate a cubetti piccolissimi una fettina di zucca e le castagne lessate, rosolateli in una noce di burro (foto 1), regolate di sale e tenete da parte al caldo. Riducete a scaglie il Castelmagno, scaldate in un pentolino la panna, unite il formaggio (foto 2) e mescolate fino ad ottenere una fonduta liscia e lucida, aggiungendo all’occorrenza anche un goccio di latte. Portate a ebollizione abbondante acqua, salate. Prelevate una piccola porzione di impasto, infarinatela leggermente, formate dei filoncini, tagliateli a tocchetti di 2-3 cm, fateli scivolare sullo riga gnocchi (foto 3). Lessateli per pochi minuti e scolateli quando vengono a galla. Serviteli su un letto di fonduta al Castelmagno, guarnendoli con la zucca e le castagne rosolati ed eventualmente qualche chips di zucca. Servite ben caldi.
foto 1
foto 3
foto 2
Potete votare questa ricetta su:
 

Potrebbe piacerti anche

29 Commenti

  • Rispondi Beat 27 novembre 2013 at 23:36

    oddio O_____________O lo provo

  • Rispondi valentina aversa 28 novembre 2013 at 0:15

    che buoniiiii…e poi che ricetta super chiara e precisa…grazie proverò a farla 🙂
    tua nuova follower.
    bacio http://valentinaclothedanew.blogspot.it/

  • Rispondi giochidizucchero 28 novembre 2013 at 1:13

    Sono stupendi, li adoro… bravissima!!! Che belle foto…

  • Rispondi MARI Z. 28 novembre 2013 at 10:08

    Che golosità!
    una delicatezza di gusti accostati magnificamente! brava! 🙂

  • Rispondi Sebastiano - Saltalapasta 28 novembre 2013 at 10:30

    Ciao, ti seguo su instagram e la foto di questa ricetta mi ha incuriosito parecchio. mi unisco ai tuoi lettori volentieri.
    Fai un salto da me se ti fa piacere.

  • Rispondi Damiana 28 novembre 2013 at 13:04

    Si vede che è una ricetta del cuore,sa raccontare attraverso i suoi pochi,ma eccellenti ingredienti!In bocca al lupo per il concorso!

  • Rispondi Francesca V 28 novembre 2013 at 16:11

    Ottimi accostamenti e bellissima presentazione…..sei stata davvero brava!

  • Rispondi Annalisa Sandri 28 novembre 2013 at 16:22

    Complimenti! una meraviglia! sei molto, molto molto brava!!!a presto ciao!

  • Rispondi Cinzia Tamburo 28 novembre 2013 at 17:09

    Gli accostamenti dei vari ingredienti che hai scelto rendono questi gnocchi veramente favolosi!

  • Rispondi Claudia Bonera 28 novembre 2013 at 18:15

    Certo! ciao, grazie
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 28 novembre 2013 at 18:16

    Ti ringrazio Valentina, sono felice che tu ti sia unita ai miei lettori! A presto
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 28 novembre 2013 at 18:16

    Grazieee! Buona serata
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 28 novembre 2013 at 18:17

    Ti ringrazio Mari, sono anche squisiti, mi a figlia mi ha rivelato che questo è il miglior piatto mangiato fino ad ora! Un abbraccio
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 28 novembre 2013 at 18:18

    Certo, corro subito! Ciao, a presto!
    Claudia

  • Rispondi Luca Monica 28 novembre 2013 at 18:21

    Ciao Claudia…
    Adoro gli gnocchi…anche in questo momento sul mio blog (come hai potuto vedere) ce ne sono una versione e poi adoro la farina di castagne….quindi questa ricetta per me è favolosa… Complimenti ed in bocca al lupo per il copntest…ti auguro che il tuo sogno si avveri!!!!

    Un abbraccio
    monica

    P.S.
    Sono già da un po' tra i tuoi lettori fissi 😛

  • Rispondi Claudia Bonera 28 novembre 2013 at 18:21

    Grazie! Conto su di voi e sul vostro aiuto. A presto!
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 28 novembre 2013 at 18:22

    Ti ringrazio Francesca…buona serata!
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 28 novembre 2013 at 18:23

    Ciao Annalisa, i tuoi complimenti mi riempiono il cuore…sei troppo carina!
    Un abbraccio grande
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 28 novembre 2013 at 18:23

    …e buonissimi! Ti ringrazio Cinzia…a presto!
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 28 novembre 2013 at 18:24

    Grazie Monica, incrociamo le dita!
    A presto
    Claudia

  • Rispondi Seleny Luna 28 novembre 2013 at 18:57

    che ricetta gustosa…e direi anche raffinata..mi piace molto!^_^

  • Rispondi Claudia Bonera 28 novembre 2013 at 20:19

    Li devi provare Seleny, sono strepitosi!
    Buona serata…
    Claudia

  • Rispondi Mimma e Marta 28 novembre 2013 at 21:29

    Che profumino! Lo sentiamo anche da qui 🙂

  • Rispondi Flavia P 29 novembre 2013 at 9:08

    Claudia questi gnocchi sono iper invitanti!!! Complimenti!!!

  • Rispondi Claudia Bonera 1 dicembre 2013 at 21:17

    Li ho cucinati anche oggi, ormai mi hanno stregata!
    Ciaoo, grazie per la visita
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 1 dicembre 2013 at 21:17

    Ti ringrazio Flavia, a presto!
    Claudia

  • Rispondi Lucio Alciati 12 settembre 2014 at 22:28

    L’associazione per la promozione, valorizzazione, tutela della patata Piatlina e Ciarda delle Valli Occitane, che ha sede a Monterosso Grana, parteciperà con orgoglio all’importante manifestazione Castelmagno Fest che si terrà il 13-14 settembre prossimo.
    Sarà presente come stand e, innanzitutto, avrà la gentile collaborazione dell’attivissima Associazione Albergatori e Ristoratori della Valle Grana i quali proporranno, nei menù previsti per l’evento suddetto, i gnocchi prodotti con la tradizionale patata Ciarda (rossa) coltivata in Valle, naturalmente conditi con l'ottimo nostro Castelmagno. Una collaborazione molto importante per la valorizzazione, la promozione e lo sviluppo della pataticoltura tradizionale e di qualità delle nostri valli d’Oc.
    Per info: http://www.castelmagnofest.it-www.piatlinaeciarda.com

  • Rispondi Lucio Alciati 22 luglio 2016 at 22:28

    Altra occasione.
    L’Associazione di tutela, valorizzazione e promozione dell’antica patata Piatlina e della patata Ciarda delle Valli Occitane organizza, in collaborazione con i ristoratori e albergatori della Valle Grana, con il Comune di Monterosso Grana e con il patrocinio dell’Unione Montana Valle Grana, la manifestazione
    Bodi Fest
    (dove bodi da noi vuol dire patata)
    “Mostra – Mercato- Gastronomia della patata Piatlina e Ciarda delle Valli Occitane e dei prodotti tipici locali”.
    Tale evento si svolgerà, il giorno 21 agosto 2016 in Monterosso Grana (Cn) e i ristoratori di valle proporranno menù tipici e a tema con la festa.
    Inoltre potrà essere l’occasione per visitare le bellezze di questa piccola valle come l’affascinante paese dei babaciu (pupazzi) nella vicina S.Pietro oppure il magnifico Filatoio di Caraglio o, ancora, visitare Castelmagno con il suo antico Santuario e i pascoli alpini patria del famoso formaggio omonimo, e anche belle passeggiate in tanta natura ancora incontaminata.
    Orario della manifestazione; 09.00-19.00.
    Info:
    lucio.alciati@libero.it – Tel. 3486729419
    Comune Monterosso Grana: tel. 017198713
    http://www.piatlinaeciarda.com

  • Rispondi Lucio Alciati 22 luglio 2016 at 22:28

    Altra occasione.
    L’Associazione di tutela, valorizzazione e promozione dell’antica patata Piatlina e della patata Ciarda delle Valli Occitane organizza, in collaborazione con i ristoratori e albergatori della Valle Grana, con il Comune di Monterosso Grana e con il patrocinio dell’Unione Montana Valle Grana, la manifestazione
    Bodi Fest
    (dove bodi da noi vuol dire patata)
    “Mostra – Mercato- Gastronomia della patata Piatlina e Ciarda delle Valli Occitane e dei prodotti tipici locali”.
    Tale evento si svolgerà, il giorno 21 agosto 2016 in Monterosso Grana (Cn) e i ristoratori di valle proporranno menù tipici e a tema con la festa.
    Inoltre potrà essere l’occasione per visitare le bellezze di questa piccola valle come l’affascinante paese dei babaciu (pupazzi) nella vicina S.Pietro oppure il magnifico Filatoio di Caraglio o, ancora, visitare Castelmagno con il suo antico Santuario e i pascoli alpini patria del famoso formaggio omonimo, e anche belle passeggiate in tanta natura ancora incontaminata.
    Orario della manifestazione; 09.00-19.00.
    Info:
    lucio.alciati@libero.it – Tel. 3486729419
    Comune Monterosso Grana: tel. 017198713
    http://www.piatlinaeciarda.com

  • Lascia una risposta

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.