Autunno Dolci francesi

Soufflé al cioccolato

31 ottobre 2013

In ritorno da Parigi con la solita amarezza di quando, terminata una vacanza, ricomincia obbligatoriamente la vita di tutti i giorni. Parigi, città dell’amore, elegante e affascinante nello stile, nell’architettura, Parigi dai musei che custodiscono opere conosciute in tutto il mondo, Parigi con la tour Eiffel che brilla, con gli artisti di strada, con violini e fisarmoniche che suonano romantiche melodie sulla rive gauche. Parigi delle piccole brasseries del quartiere latino, delle baguettes, dei macarons, éclaires e dei souffé. Del World Chocolate Master 2013 che ha visto trionfare il “nostro” maestro pasticcere Davide Comaschi come campione del mondo di cioccolateria. Parigi ed il dessert di oggi, così soffice, gonfio e goloso è senz’ombra di dubbio il simbolo ed il trionfo dell’arte della cucina francese, raffinata, e très chic. Un souffè al cioccolato, un dolce prolungamento di un weekend da ricordare.

Impara a cucinare, prova nuove ricette, impara dai tuoi errori, non avere paura. Ma soprattutto divertiti”. Julia Child

 

 

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 150 gr di cioccolato fondente
  • 160 gr di latte intero
  • 40 gr maizena
  • 2 tuorli
  • 4 albumi (gr 140)
  • 45 gr di zucchero a velo
  • 1 cucchiaio di zucchero semolato
  • 1 noce di burro
 
 





 

 

 





Per prima cosa riducete il cioccolato fondente a piccole scaglie. Portate a bollore il latte intero in un pentolino, toglietelo dal fuoco, unite il cioccolato mescolando energicamente con una frusta. Aggiungete un tuorlo alla volta continuando sempre a mescolare, e la maizena (foto 1). Travasate il composto in una ciotola e lasciate raffreddare completamente a temperatura ambiente. Montate gli albumi con lo zucchero a velo, ma non a neve fermissima. Uniteli delicatamente al composto (foto 2) mescolando dal basso verso l’alto. Imburrate le cocottine e cospargetele di zucchero semolato. Con l’aiuto di un mestolo, versate il composto riempiendo fino a 3/4 le cocottine. Ritagliate delle striscie di carta da forno dell’altezza di 8 cm, avvolgetele intorno e fermatele con dello spago da cucina (foto 3). Informate in forno possibilmente statico a 180° per 12/13 minuti, ricordandovi, cosa non da poco, di non aprire mai lo sportello durante la cottura. Servite immediatamente.

 

foto 3
foto 1
foto 2

Potrebbe piacerti anche

36 Commenti

  • Rispondi Roby e Loris Feelcook 31 ottobre 2013 at 20:09

    Il soufflè non sono per niente facili da realizzare, il tuo è perfetto e dalle foto mi sembra anche goduriosoooo!!! 🙂

  • Rispondi Any 31 ottobre 2013 at 20:11

    Una delle cose più belle al mondo è viaggiare, senz'altro!
    Parigi è bellissima, una città che lascia tanti piacevoli ricordi e sicuramente la voglia di ritornare c'è.
    Ottimo dessert, per chi si vuole coccolare!

  • Rispondi Claudia Bonera 31 ottobre 2013 at 21:03

    Appena tolto dal forno era meraviglioso, dopo qualche fotografia un po' meno, ma comunque godurioso!
    Mille grazie, a presto!
    Claudia

  • Rispondi Flavia P 31 ottobre 2013 at 21:12

    stasera avrei proprio bisogno di tanto cioccolato…questo sarebbe perfetto!!!

  • Rispondi Roberta 31 ottobre 2013 at 21:45

    Bravissima!!! Bellissima la foto!!!! ^_^

  • Rispondi Annalisa Sandri 31 ottobre 2013 at 23:54

    a questo non si puo' mai dire di no!!!!! complimenti

  • Rispondi Silvia M 1 novembre 2013 at 0:09

    Il campione del mondo di cioccolateria è italiano e ha vinto in Francia… Siamo dei grandi (almeno in cucina).
    I sufflé che hai sfornato sono spettacolari, invitantissimi, chissà che morbidezza…
    Ciao Claudia!

  • Rispondi Valealcioccolato 1 novembre 2013 at 1:39

    Penso che il spufflé sarà una di quelle cose che non proverò mai 😀 Goduriosissimo il tuo 🙂
    Un bacione 🙂

  • Rispondi consuelo tognetti 1 novembre 2013 at 10:25

    Bentornata e con questa ricetta ci dai una dolcissima accoglienza ^_^
    Buon we tesoro <3
    la zia Consu

  • Rispondi Bacaluma 1 novembre 2013 at 12:13

    Mamma mia, uno dei miei dolci preferiti!!! CHe voglia mi hai fatto venire :)))))
    Barbara di barbarafizzanotti.blogspot.it

  • Rispondi sississima 1 novembre 2013 at 12:31

    semplicemente delizioso…un abbraccio SILVIA

  • Rispondi Tiziana Rimmaudo 1 novembre 2013 at 15:52

    mamma che paura mi fanno i soufflè, il tuo però mi stuzzica, lo metterò nella lista delle sfide da affrontare;)

  • Rispondi Lo Sfizio Goloso 1 novembre 2013 at 17:21

    Bellissima ricetta e bellissima presentazione. Brava! 🙂
    Un saluto, Serena

  • Rispondi Claudia Bonera 1 novembre 2013 at 23:09

    Una vera coccolata! Concordo con te, Parigi è meravigliosa.
    Un abbraccio Any
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 1 novembre 2013 at 23:10

    Peccato che non si possa bucare lo schermo del pc e prenderlo!
    Ciao Flavia…a presto
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 1 novembre 2013 at 23:10

    Grazie Roberta, buona serata
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 1 novembre 2013 at 23:11

    Ben detto! Ciao Annalisa, un abbraccio grande
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 1 novembre 2013 at 23:12

    Ciao Silvia, Davide Comaschi ha stracciato tutti. Si è allenato da Cast Alimenti, la scuola di cucina che frequento per i miei corsi di cucina. Buona serata
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 1 novembre 2013 at 23:13

    Lo pensavo anch'io, mi ha sempre intimorito, ma non è proibitivo.
    Provaci Vale…mi raccomando!
    Ciao, Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 1 novembre 2013 at 23:14

    Grazie Consu, sei sempre troppo carina!
    Una abbraccio grande
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 1 novembre 2013 at 23:15

    Ti ringrazio Barbara, è da provare!
    A presto, Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 1 novembre 2013 at 23:16

    Grazieee, ricambio l'abbraccio
    Ciao Silvia
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 1 novembre 2013 at 23:16

    Ciao Tiziana, lo pensavo anch'io, ma non è impossibile…
    Buona serata
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 1 novembre 2013 at 23:17

    Ciao Serena, buona serata e buon weekend
    Claudia

  • Rispondi Patty Patty 2 novembre 2013 at 21:07

    Claudia, io due volte sono andata a Parigi (una volta per lavoro e una volta per diporto) e tutte e due le volte me ne sono tornata a casa depressa… troppo poco tempo!!! Bellissimi questi soufflè! Un bascione!

  • Rispondi delizia divina 2 novembre 2013 at 21:10

    che buoni troppo golosi!!!

  • Rispondi Alex Linsi 2 novembre 2013 at 22:55

    Sembra una ricetta da grande chef. Sei bravissima.
    Grazie per essere passata e ovviamente mi sono unita anche io ai tuoi followers.
    Alla prossima
    http://www.mammanelweb.blogspot.it

  • Rispondi Elena 3 novembre 2013 at 21:39

    Ciao,
    ti scrivo per invitarti a ritirare una dolce sorpresa da me!
    Complimenti!
    a presto
    Elena di " Le ricette di Elena B."

  • Rispondi An Lullaby 3 novembre 2013 at 23:24

    Ah beh posso immaginare!!! Di sicuro i tuoi soufflè sono altrettanto belli e ricchi di poesia come la capitale francese! Una ricetta elegante e al tempo stesso golosa 🙂 Bellissime foto, davvero brava !

  • Rispondi Serena Reggiani 4 novembre 2013 at 8:25

    che belli e che buoni che devono essere!!!
    Fantasy Jewellery

  • Rispondi Claudia Bonera 4 novembre 2013 at 18:15

    Si Patty, hai proprio ragione. Io non volevo più tornare a casa! Grazie per la tua visita e per i complimenti!
    Un abbraccio
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 4 novembre 2013 at 18:15

    Grazieeee, sono davvero squisiti!
    A presto
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 4 novembre 2013 at 18:17

    Alla prossima Alex, ti ringrazio per la tua visita e per esserti unita ai miei fedeli lettori.
    Un abbraccio
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 4 novembre 2013 at 18:20

    Grazie Elena, corro subito a vedere. A presto!
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 4 novembre 2013 at 18:26

    Ti ringrazio! Ciaoo
    Claudia

  • Rispondi Claudia Bonera 4 novembre 2013 at 18:26

    Buoni, buoni! Grazie, ciao!
    Claudia

  • Lascia una risposta

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.